Renzi fa tappa a Ferrara con il suo treno Pd

Il treno Pd con a bordo Matteo Renzi farà tappa anche a Ferrara. Il convoglio elettorale che viaggia su un Intercity preso in affitto da Trenitalia si fermerà nella città estense giovedì 9 novembre. L’arrivo in stazione è previsto alle 17.30-18, seguirà una breve visita al Meis che verrà inaugurato il 13 dicembre. Come fulminea sarà tutta la sosta in città: un’ora e mezza circa, al massimo due ore, per poi ripartire verso la prossima meta.

“Destinazione Italia”, questo il nome del tour su rotaia, è partito il 17 ottobre dalla stazione Tiburtina di Roma per girare tutta Italia, toccando 107 province in vista dell’ormai imminente campagna elettorale. “Una campagna di ascolto on the road che allarga il cuore: un viaggio intenso, profondo e strepitoso nel Paese reale” aveva scritto il leader dem tra una stazione ferroviaria e l’altra.

Ma nei tanti chilometri macinati sui binari, il treno democratico ha incontrato sulla sua strada anche diverse contestazioni. Come la protesta dei militanti di Fratelli d’Italia nella tappa calabrese, per fare un esempio, che avevano accolto il convoglio a suon di fischi e grida. Anche il quel caso Renzi aveva schivato la polemica con l’ironia: “Sono comunque contento se gli diamo una mano a sfogarsi un po’…”.

Il rischio di protesta sembra che abbia spinto gli organizzatori a mantenere il massimo riserbo sul programma completo. Anche la segreteria del Pd locale è stata informata all’ultimo della tappa ferrarese. “Abbiamo avuto la conferma due giorni fa ma non per i motivi citati, tanto i contestatori se vogliono arrivano lo stesso – commenta il consigliere comunale Davide Bertolasi -. È un tour pressante per via delle tante tappe e richiede accorgimenti organizzativi non da poco per incastrare le visite a seconda delle linee ferroviarie. Ecco perché è stato un arrivo improvviso, ma ne siamo ben felici”.

A proposto di incastri, il treno dem giungerà a Ferrara dal Veneto dopo una sosta lampo a Rovigo, per poi ripartire verso le 20 in direzione Bologna dove si fermerà per la notte. A guidare, metaforicamente, il convoglio sarà il leader del Pd ma a bordo insieme a lui dovrebbero esserci anche il ministro alla Cultura Dario Franceschini e Luigi Marattin, consigliere economico di palazzo Chigi.

Altri contenuti

26 giugno, Assaggi di mostra

26 giugno, Assaggi di mostra

In attesa dell’Arena estiva di cinema che tornerà il 3 luglio, vi aspettiamo il 26 giugno alle 18.00 con “Assaggi di mostra”: un aperitivo al museo (via Piangipane, 81) accompagnato da un approfondimento sulle opere d’arte presenti nella mostra “Ebrei nel Novecento italiano”. Lo storico dell’arte Raffaele Bedarida ci condurrà alla scoperta dell’affascinante percorso di Corrado Cagli, pittore e scultore che ha attraversato la Storia del […]
6 giugno, ultimo appuntamento con Italia Ebraica

6 giugno, ultimo appuntamento con Italia Ebraica

Torna per il quarto anno #ITALIAEBRAICA, il progetto online che riunisce i musei ebraici italiani e che ha visto la partecipazione di migliaia di persone. L’edizione di quest’anno è dedicata ai libri: condivideremo con voi racconti e aneddoti sulle collezioni, i luoghi e la fattura stessa dei volumi, ma approfondiremo anche i temi che emergeranno sfogliando […]
Evento online Gli oggetti di una vita

Evento online Gli oggetti di una vita

Si conclude mercoledì 29 maggio alle 14.30 il ciclo di formazioni online gratuite REMEMBRANCE EXPERIENCE FOR ALL, realizzate nell’ambito del progetto europeo REMEMBR-HOUSE. Il centro di REMEMBR-HOUSE è la casa, nella sua dimensione di spazio fisico ed emotivo che richiama i concetti di famiglia, rifugio, sicurezza, condivisione. Il punto di partenza sono le carte del Fondo EGELI in cui sono conservate dettagliate liste dei […]
24 maggio, formazione online

24 maggio, formazione online

Proseguono le formazioni online gratuite realizzate nell’ambito del progetto europeo  REMEMBR-HOUSE, realizzato insieme alla Fondazione 1563 per l’Arte e la Cultura. Vi aspettiamo su Zoom venerdì 24 maggio alle 16.30 con l’incontro Le conseguenze economiche e sociali della persecuzione nazifascista. Interverranno: Ilaria Pavan (Scuola Alti Studi Lucca) – Una storia dimenticata? Il fascismo e la confisca dei beni ebraici  Barbara Costa (Archivio Storico Intesa […]
22 e 25 maggio, ‘900 al femminile

22 e 25 maggio, ‘900 al femminile

In occasione della mostra “Ebrei nel Novecento italiano”, il Museo Nazionale dell’Ebraismo Italiano e della Shoah-MEIS di Ferrara (via Piangipane, 81) propone due attività dedicate al Novecento al femminile da non perdere, realizzate in collaborazione con l’Istituto di Storia Contemporanea di Ferrara e con il 𝗖𝗼𝗺𝗶𝘁𝗮𝘁𝗼 𝗥𝗲𝗴𝗶𝗼𝗻𝗮𝗹𝗲 𝗘𝗺𝗶𝗹𝗶𝗮-𝗥𝗼𝗺𝗮𝗴𝗻𝗮 di 𝗞𝗼𝗺𝗲𝗻 𝗜𝘁𝗮𝗹𝗶𝗮, associazione in prima linea […]